F A B I O B O R E L L I  H O M E                        R E C E N S I O N I C I N E M A                         T E M P O L I B E R O B I K E





<        2 0 1 0        2 0 1 1        2 0 1 2        2 0 1 3        2 0 1 4       2 0 1 5        2 0 1 6        2 0 1 7        2 0 1 8        2 0 1 9        >

 

●●

V PER VENDETTA
KING KONG
BATMAN BEGINS
SIN CITY
LA MARCIA DEI PINGUINI
MALEDIZIONE DEL CONIGLIO
LA SPOSA CADAVERE
LA VENDETTA DEI SITH
DOMINO
LA FABBRICA DI CIOCCOLATO
I FRATELLI GRIMM...
BROKEN FLOWERS
I FANTASTICI QUATTRO
THANK YOU FOR SMOKING

MADAGASCAR

COMIC THRILLER DRAMA TV

PAG 2

   
 

"il trailer Ŕ fuorviante, e in questo film di fantascienza se ne vede poco o nulla"

 

 

Figlia di uno scienziato Ŕ rimasta sulla Terra, mentre sono in partenza gli ultimi superstiti di una catastrofe naturale consistente nel diradarsi improvviso dell'anidride carbonica, obbiettivo: il satellite vulcanico di Giove. Si spera di riattivare il sistema in grado di rendere l'aria respirabile, presieduto al ciclo biologico delle api... Suggestivo all'avvio, "IO", sottotitolo: "Sola sulla Terra" Ŕ distribuito da 'Netflix' mette in scena un divario evidente dal cupissimo ambiente cittadino delle metropoli e la solaritÓ dei pi¨ alti rilievi dove l'aria Ŕ ancora respirabile. La protagonista legge le comunicazioni che le giungono dalla luna di Giove, dove i pionieri intendono raccogliere il combustibile per poter raggiungere altri Sistemi abitabili, e i continui inviti a salire sulle ultime navi "Exudus" e abbandonare il Pianta morente. Ragona e il romanzo di Matheson  L'ULTIMO UOMO SULLA TERRA  aleggiano pur essenso mai esplicitamente citati, ma oltre all'ambientazione e le dissertazioni filosofiche (il "Simposio" di Platone, che parlava di come "un tempo gli umani erano dotati di quattro braccia e quattro gambe e che gli Dei ci separarono dalla nostra metÓ") e i volti di Margaret Qualley e del "Falcon" marvelliano Anthony Mackie, ci si rende conto presto che dello sfondo "fantascientifico" non si vedrÓ praticamente nulla, e tutta la storia si svolgerÓ in contesto terrestre. Scomodare perci˛ per questo film la "fantascienza" non solo Ŕ semplicemente fuorviante, ma anche altamente controproducente. Pi¨ di uno alla visione si chiederÓ se Ŕ stato preso o meno per i fondelli nel trailer. Un'altra cosa poi mi irrita, sentire dire: "conoscevo questa canzone", relativamente ad un 'Notturno' di Chopin. Perdýo, vogliamo chiamare le cose con il loro nome? "Pezzo", non canzone, al limite "brano"!  Cerchiamo di arricchire i bimbominkia con quale informazione culturale, e non appittiamoci su di loro usando il loro linguaggio povero. [FB]

 

[ID] DI J. HELPERT, Con M.QUALLEY, A. MACKIE, D. HUSTON, DRAMMATICO/FANT, USA, 2019, 96', 2.35:1