F A B I O B O R E L L I  H O M E                        R E C E N S I O N I C I N E M A                         T E M P O L I B E R O B I K E





<        2 0 1 0        2 0 1 1        2 0 1 2        2 0 1 3        2 0 1 4       2 0 1 5        2 0 1 6        2 0 1 7        2 0 1 8        2 0 1 9        >

 

●●

MUTE
SOLO
AVENGERS INFINITY WAR
MAN WHO KILLED DON QUIXOTE
BLACK PANTHER
GLI INCREDIBILI 2
ANNIENTAMENTO
DEAD POOL 2

ALITA ANGELO DELLA BATTAGLIA
ANT-MAN AND THE WASP

THE little mERMAID
THE CLOVERFIELD PARADOX
RED SPARROW

PACIFIC RIM LA RIVOLTA
NELLE PIEGHE DEL TEMPO

COMIC THRILLER DRAMA

T R A I L E R

   
 

"per quanto mi riguarda, questo film ha fallito il suo compito"

 

 

Una dark lady fa una proposta ad un misterioso boss invisibile a lei: eliminerÓ i suoi concorrenti mettendoli gli uni contro gli altri, pena il rimettere la sua vita nelle mani di questi. E' cosý, che sotto le mentite spoglie di una cameriera di un pup, spogliarellista "per arrotondare", con la complicitÓ del boss, piazza due pedine, killer a pagamento nella fattispecie, in un appartamento: dovranno sparare ad un uomo che comparirÓ nella camera fronte loro. Incontra poi un tizio che si dichiara malato terminale, e che questa manipola ad oc... "Terminal" per quanto mi riguarda ha fallito. Proprio non ci sono entrato dentro a questo film. La Robbins pi¨ che  TONYA  riverdisce i "fasti" (si fa per dire) di  SUICIDE SQUAD  ed Ŕ tutta smorfie e mossette: odiosa, sia come cameriera che come coniglietta nel locale di lapdance. La fotografia ultra contrastata, tutta neon e candele luminescenti ("ill¨mina i pescolini" recitava un vecchio spot) riprese sghembe, inutile montaggio videoclipparo, un po' a ricordare quel vecchio (si fa per dire) film,  DOMINO  Il cast non sarebbe neanche male, con Simon Pegg nel ruolo dell'uomo malato, e quell'altro, quel comico, Myers, in quello dello spazzino nella metropolitana fantasma. Ma la trama, inutilmente ingasbugliata, pur basandosi su un meccanismo ad incastro, confonde e spazientisce, e conferma che per maneggiare prodotti simili occorre essere non dico Tarantino, ma almeno uno dei suoi allievi maggiormente formati. Il primo dei due colpi di scena viene bruciato dal doppiaggio italiota [EVIDENZIA LO SPOILER] (quello riguardante l'identitÓ di "Mr Franklyn") mentre il secondo risulta un po' appiccicato, nel pur fumettistico contesto. Alla fine, dopo tutto questo gran pastiche noir-action, dopo lo spiegone, si capirÓ finalmente che travvasi di un revenge-movie, ma ormai sarÓ giÓ troppo tardi e le bontÓ dello spettatore giÓ scemata da un pezzo. [FB]

 

[ID] DI ?, con ?, AZIONE, USA, 2018, 96', 2.35:1