F A B I O B O R E L L I  H O M E                        R E C E N S I O N I C I N E M A                         T E M P O L I B E R O B I K E





<        2 0 1 0        2 0 1 1        2 0 1 2        2 0 1 3        2 0 1 4       2 0 1 5        2 0 1 6        2 0 1 7        2 0 1 8        2 0 1 9        >

 

●●

V PER VENDETTA
KING KONG
BATMAN BEGINS
SIN CITY
LA MARCIA DEI PINGUINI
MALEDIZIONE DEL CONIGLIO
LA SPOSA CADAVERE
LA VENDETTA DEI SITH
DOMINO
LA FABBRICA DI CIOCCOLATO
I FRATELLI GRIMM...
BROKEN FLOWERS
I FANTASTICI QUATTRO
THANK YOU FOR SMOKING

MADAGASCAR

COMIC THRILLER DRAMA TV

T R A I L E R

   
 

"niente nano, ma siamo a Fantasilandia: un'isola dove sogni (e incubi) prendono forma..."

 

 

Gli ultimi clienti giunti in un isoletta tropicale attratti dalla possibilitÓ di vedere realizzate le proprie fantasie... Ve la ricordate quella serie a cavallo tra gli anni settanta e ottanta (174 episodi!) "Fantasilandia", dove c'era il tizio distinto e canuto e il nanetto che ricevevano i clienti di un resort su un'isoletta tropicale potevano vedere realizzate le proprie fantasie? In originale si chiamava "Fantasy Island", ed Ŕ cosý che ci arriva nel remake-rifacimento in chiave horror dalla 'Bloomhouse'. Ci troviamo Michael Pena nel ruolo che fu di Ricardo MontalbÓn e giÓ all'inizio vi scorgiamo pure il solito Rooker nella giungla, in versione "survivor". La struttura ricorda quella degli indimenticati "omnibus" della 'Amicus', ma gli stili adottati sono diversi: dal sentimentale, al genere guerra, persino al torture porn (la tizia che vuole vendicarsi della stronza che la scherniva al liceo e che per magia vede materializzarsi in una sorta di camera sotterranea delle torture!) persino la commedia teen, ma qui non si procede in successione, ma invece si opta per balzare in continuazione da una storia all'altra. Deve essere stata questa scelta a disorientare i bimbominkia che hanno emesso pollice verso quando il film era nelle sale, poco prima delle chiusure per il virus demenziale. Inaspettatamente il film invece diverte, sarÓ la follia che vuole ad un certo punto incontrare l'uno nella "fantasia" dell'altro personaggio, vuoi per una svolta che prevede che gli "ospiti" si ritrovino a fuggire assieme inseguiti da mercenari zombi in maschera (!). Il modello Ŕ  QUELLA CASA NEL BOSCO  Peccato che alla fine si rincorra ancora un inutile ulteriore colpo di scena e che tutto si faccia confuso, caotico, oltre l'umana tolleranza, dopo aver compreso che tutti i personaggi sono lý in virt¨ non tanto del loro desiderio, ma in conseguenza della realizzazione del desiderio di uno solo di loro Comunque Ŕ vedibile. [FB]

 

[ID] DI J. WADLOW, Con L. HALE, M. PENA, M. Q, P. DOUBLEDAY, FANTASY/AZIONE, USA, 2019, 109', 2.39:1