F A B I O B O R E L L I  H O M E                        R E C E N S I O N I C I N E M A                         T E M P O L I B E R O B I K E





<        2 0 1 0        2 0 1 1        2 0 1 2        2 0 1 3        2 0 1 4       2 0 1 5        2 0 1 6        2 0 1 7        2 0 1 8        2 0 1 9        >

 

●●●

V PER VENDETTA
KING KONG
BATMAN BEGINS
SIN CITY
LA MARCIA DEI PINGUINI
MALEDIZIONE DEL CONIGLIO
LA SPOSA CADAVERE
LA VENDETTA DEI SITH
DOMINO
LA FABBRICA DI CIOCCOLATO
I FRATELLI GRIMM...
BROKEN FLOWERS
I FANTASTICI QUATTRO
THANK YOU FOR SMOKING

MADAGASCAR

COMIC THRILLER DRAMA TV

T R A I L E R

   
 

"si ride su tutto ci˛ che Ŕ storicamente 'serio' nel seguito di 'Borat'..."

 

 

La figlia sogna di diventare la nuova Melania Trump, e il padre sfrutta l'occasione per farne dono per conto del governo del suo Stato al vice Presidente USA. AndrÓ male, e allora ci proverÓ con Rudy Giuliani... Confesso di non aver visto il film, finto documentario, "Borat". Ora che ho appurato che Sacha Baron Ooen non Ŕ solo un pagliaccio ma un buon attore, per quanto ha dimostrato di saper fare in THE SPY Ŕ venuto il momento di conoscerlo nella sua originaria veste comica. Il personaggio da lui inventato torna qui in un film che si prefigura come qualcosa di clamorosamente scorretto, con il protagonista, un bizzarro "giornalista" di una nazione inesistente in collocazione nell'ex blocco sovietico, che va in missione in America per consegnare al vice-Presidente in carica ("vice-predatore-di-topa) sua figlia (!) Oddio, in realtÓ in origine doveva essere una scimmia, star del porno, che durante il viaggio in una cassa... "si Ŕ mangiata". Sottolineato dalle musiche di Goran Bregovich. dopo un breve prologo nello squallidissimo contesto dell'inesistente Kazakistan, ecco il Nostro abbellire la piccola quindicenne ruspante e cercare di educarla e trasformarla a dovere (tipo Eva Ionesco oer intenderci). Del resto, nella sua vecchia casa un figlio lo aveva disconosciuto abbandonando il suo cognome in favore di uno "di cui non avrebbe dovuto vergonarsi... Haffrey Epstein (ahhaha). All'insegna del grottesco e del non-sense (la vivista al medico dopo che la "pupa" ha ingoiato involontariamente un "bambino" decorativo di un dolce) del voluto cattivo gusto (la danza della fertilitÓ da mestruata al ballo delle debuttanti) della candid (la partecipazione al convegno Repubblicano vestito alla KKK prima e poi direttamente mascherato da Trump) e via discorrendo. Si ride con "Borat Seguito di Film". Menzione d'obblico per Maria Bakalova quale figlia di "Borat", e il lockdown con "i complottisti". [FB]

 

[ID] DI J. WOLINER, Con S. BARON COEN, M. BAKALOVA, COMICO/GROTTESCO, USA, 2019, 96', 1.85:1