F A B I O B O R E L L I  H O M E                        R E C E N S I O N I C I N E M A                         T E M P O L I B E R O B I K E





ROYA ROYA2 BEVERA VESUBIE AZUR AZUR2 AZUR3 PAILLON PAILLON2 AZUR4 VAR LOUP AZUR5 AZUR6 ESTERON TINéE

 

 

LES SABLETTES
LE BASTION
SOLENZARA
L
E PIRATE
POINTE DU CAP
CRIQUES DU CAP

*

PLAGE DU BUSE
PLAGE BLANQUE
LE GOLF BLEU
PLAGE DU ROQUER
POINTE DE LA VEILLE
MONTE-CARLO BEACH

1/4    2/4    3/4    4/4

MAPPA NON DISMPONILE

   
 

"Balzi Rossi-Menton Plage des Sablettes-Le Bastion-Madone Foce-Le Corsaire-Pointe du Cap"

 

 

Percorso con il kayak il lato del Cap Martin, o "Capo Martino" se vogliamo italianizzarlo, affacciato verso levante, raggiungeremo la  POINTE DU CAP  o "Punta del Capo". Del resto, a seconda delle convenzioni può essere visto come l’estremità occidentale della regione geografica italiana. La caratteristica del tratto della costa degradante in mare disegna forme fantastiche (foto 1, 2) e sarà prudente non avvicinarvisi troppo considerato l'aspetto "tagliente". Il Capo è dominato in questa posizione dal Grand Hotel du Cap (foto 3) e dallo stabilimento attrezzato solo in estate. Facente parte del comune di Roquebrune, che si vorrebbe un tempo retto da Emilio di Roccabruna, signore di Ventimiglia, qualificato come il celeberrimo "Corsaro Nero" nei romanzi "Il Corsaro Nero" e "La regina dei Caraibi" di Emilio Salgari. Nel nostro piccolo, possiamo seguire la corrente percorrendo il Capo verso Ponente, rimirando le splendide ville adagiate sul suo alto profilo, verso un punto di approdo che può essere rappresentato dalla spiaggia delle Buse, presso il quartiere "Cabet" di Roquebrune. Dalla "Punta del Capo" è già garantito uno splendido colpo d'occhio verso Monaco (foto 4). Procedendo quindi si seguirà via mare la "Promenade Le Corbusier" diretta appunto verso Monaco, seguendo sul suo percorso, le spiagge di Roquebrune con la lunga passerella metallica in vista della succitata "plage du Buse". Tornando alla "Pointe" è questa un'area marina dove si pratica l'immersione guidata, con scuole per subacquei che vengono qui condotte da imbarcazioni apposite. Altra cosa che occorre dire è che raggiungendo la Punta del Capo da Mentone si potranno incontrare correnti più forti che spingono dal largo verso la costa e in particolare ripiegando in direzione Italia si potranno constatare perturbazioni nella navigazione. Attenzione perciò a optare per giornate con un moto ondoso il più possibile calmo. [FB]

 

LUNG 2 KM (TOT 4) - GIRO (A+R) 1H 15'