F A B I O B O R E L L I  H O M E                        R E C E N S I O N I C I N E M A                         T E M P O L I B E R O B I K E





ROYA  ROYA2  BEVERA  VESUBIE  AZUR AZUR2  AZUR3  PAILLON PAILLON2  VAR  LOUP  AZUR4 AZUR5  ESTERON  TINéE

 

 

CAGNES-SUR-MER
VILLENEUVE-LOUBET
ANTIBES
CAP D'ANTIBES
JUAN-LES-PINS
CANNES


*

LA GAUDE
SAINT JEANNET
CARROS

LE BROC
BOUYON

BEZAUDUN-LES-ALPES

1/5    2/5    3/5    4/5    5/5

F O R T E Z Z E       P O R T I

   
     

 

Da Cannes, proseguendo verso ovest, dopo essere transitati per Mandelieu-La-Napoule e essere saliti al piano di Theoule-sur-Mer, borgo marittimo sevito da porticciolo, relativamente affine ai paesi della prima fascia di Costa Azzurra, prepariamoci ad un incredibile cambiamento. Infatti, è la natura verdeggiante (foto 1) caratterizzando la zona nota come Miramar a contrapporsi al profondo blu delle insenature del complesso dell'Esterel (foto 2). Si tratta di un promontorio noto per le "rocce rosse" (ma si tratta più di un marrone bruno) affacciate direttamente sul mare e caratterizzate da un aspetto aspro con la vegetazione che si dirada progressivamente sino al Cap Roux (foto a lato) emblema della zona. Antheor e Agay sono due località di lusso della zona: quasi interamente costituita da ville, alcune di queste affacciate direttamente sul mare e servite da porticcioli e darsene private. Il Cap du Dramont che segue vanta un'importanza storica, essendo stato base d'attracco dello sbarco degli Americani durante la Seconda Guerra Mondiale. Lasciato decisamente alle spalle il gruppo dell'Esterel, la strada, ampia e relativamente poco battuta dal traffico (in bassa stagione) conduce a Saint Raphael (foto 4) che è il centro più densamente popolato di questa fetta di Costa Azzurra. La grande spiaggia che si estende per parecchi chilometri fornendo la cifra della destinazione turistica che comunque conserva un suo aspetto culturale interesante. Mai quanto però farà la poco distante Frejus con il suo aspetto da Antica Roma dei parchi con i resti dell'acquedotto romano. Entrambe sono poi servite da due porti, grande il primo, di media grandezza il secondo che costituisce l'appendice costiera di Frejus. L'entroterra oltre al caratteristico Lac de Saint Cassien (foto 3) offre la possibilità di un anello intorno all'Esterel attraversando il bosco retrostante dopo aver risalito da Frejus il Col de Logis-de-Paris. [FB]

 

DATI NON DISPONIBILI