F A B I O B O R E L L I  H O M E                        R E C E N S I O N I C I N E M A                         T E M P O L I B E R O B I K E





<        1 9 5 0        1 9 5 1        1 9 5 2        1 9 5 3        1 9 5 4       1 9 5 5        1 9 5 6        1 9 5 7        1 9 5 8        1 9 5 9        >

 

 





I SOLITI IGNOTI
FORTUNELLA
UNA STREGA IN PARADISO
DRACULA IL VAMPIRO
L'ESPERIMENTO DEL DOTTOR K
FLUIDO MORTALE
LA DONNA CHE VISSE 2 VOLTE
LA GATTA SUL TETTO CHE...
L'INFERNALE QUINLAN

*

COMIC THRILLER DRAMA

T R A I L E R

   
     

 

Cinque rubagalline ereditano da un carcerato un piano per impossessarsi della cassaforte del monte di pietÓ. Non basteranno le erudizioni di un esperto e l'inesperienza e cialtroneria che li contraddistingue, farÓ il resto. Capolavoro della commedia all'italiana, "I Soliti Ignoti" di Mario Monicelli Ŕ un film che non ha perso il suo smalto, nonostante il passare del tempo. Grazie all'intuizione del regista, a Vittorio Gassman viene affidato il primo ruolo comico della carriera, che da questo titolo prenderÓ una direzione alla quale non avrebbe mai creduto chi se lo ricordava nel ruolo del manigoldo che seduceva la mondina nel "Riso Amaro" di De Santis. Inoltre, questo film introduce anche una giovanissima Claudia Cardinale, in una delle tante caratterizzazioni che condiscono questa irresistibile pellicola: il pugilatore fallito Peppe, lo squattrinato ragazzo padre di Marcello Mastroianni, il possessivo immigrato siciliano Ferribotte, lo sdentato e sempre affamato Capannelle, la servetta plurifidanzata della Gravina e non da ultimo il mitico Dante Cruciani impersonato magistralmente da Tot˛. Sceneggiato in maniera esemplare, vede snodarsi la vicenda in tre momenti che prevedono: la presentazione dei personaggi con la "soffiata" che li vedrÓ accomunati al raggiungimento dell'obbiettivo, la preparazione del "piano" e l'attuazione dello stesso, attraverso un lungo tour-de-force dei personaggi impegnati. Questo indimenticabile film riesce a coniugare la comicitÓ con momenti di poesia struggente che ritrae questi perdenti per i quali risulta impossibile non provare simpatia e parteggiare per la loro causa essendo ben consci del loro inevitabile fallimento. Colonna sonora squisitamente swingante, fotografato in uno splendido bianco e nero, ha generati un sequel con "Audace Colpo dei Soliti Ignoti"; pure divertente ma nettamente inferiore all'inarrivabile prototipo. [FB]

 

DI M. MONICELLI, CON M. MASTROIANNI, V. GASSMAN E TOT˛, COMMEDIA, ITA, 1958, 111', 1.33:1, VOTO: 10