F A B I O B O R E L L I  H O M E                        R E C E N S I O N I C I N E M A                         T E M P O L I B E R O B I K E





ROYA  ROYA2  BEVERA  VESUBIE  AZUR AZUR2  PAILLON PAILLON2  AZUR3  VAR  LOUP  AZUR4 AZUR5  ESTERON  TINéE

 

 

CAP MARTIN
ROQUEBRUNE VIEUX VILLAGE
GORBIO
MONACO

COL DE LA COUPIERE
LA TURBIE

CHEMIN
LES REVOIRES

PEILLE
MONTECARLO GOLF CLUB
COL DU MONT GROS
COL ST BERNARD DE PEILLE
ROUTE DES BANQUETTES
COL DE LA MADONE

1/4    2/4    3/4    4/4

MAPPE NON DISPONIBILI

   
 

"Confine di Stato-Menton-Chemin Les Révoires-La Turbie"

 

 

Analogamente alla salita alternativa per La Turbie rappresentata dall'antico "Chemin Romain", un ennesimo sedime stradale che riporta dalla strada di Beausoleil verso l'antica sede della colonia augustea è offerto dal cosiddetto  CHEMIN LES REVOIRES  L'imbocco di questa strada si trova poco oltre quello del "Chemin Romain", precisamente appena poco prima della breve galleria che traduce da Beausoleil alla zona superiore di Cap d'Ail. Appena prima di essere in vista della suddetta galleria nella roccia optiamo perciò per la salita sulla destra che viene qui indicata per "La Turbie". Subito un'erta, meno ripida del sopracitato "chemin" conduce in vista di villini con ampi muri in pietra a vista, procedendo dopo alcuni tornanti che consentono di salire rapidamente di quota. Appena inferiore al "chemin" in termini di pendenze, la carreggiata è qui più ampia (foto a lato) e prevede anche un tratto in leggera pendenza (foto 1) dove sarà possibile riprendere fiato. Qui la vista panoramica su Monaco è una delle più spettacolari (foto 2) spingendosi verso est sino a comprendere il Capo Sant'Ampelio di Bordighera. Di qui a poco le pendenze tornano a impennarsi (foto 3) e vedono la via inoltrarsi per un breve tratto in un sottobosco di pini marittimi, presto abbandonato lungo un passante che scorre sotto alcune villette. Ancora un paio di tornanti riportano in breve in posizione ancor più dominante (foto 4) ed un ultimo strappo impegnativo andrà poi a incrociare proprio quel "Chemin Romain", già in bella vista della nostra meta. L'ultima parte della salita è proprio quella del "Chemin" che vedrà il sottopasso, e la ripidissima erta finale, a costeggiare l'antica fontana romana (acqua non potabile!) per condurre dinnazi all'antica "Porta" d'entrata della vecchia colonia romana di Augusto. Raggiunta poi, svoltando a destra la strada più battuta, non ci resterà far altro che discenderla. [FB]

 

DIST (MENTON) 21 KM (TOT 35) - SAL (DA BEAUSOLEIL) 5 KM - H 490 MT - PEND >12 % - GIRO 1H 30' - CAT MD