F A B I O B O R E L L I  H O M E                        R E C E N S I O N I C I N E M A                         T E M P O L I B E R O B I K E





ROYA ROYA2 BEVERA VESUBIE AZUR AZUR2 AZUR3 PAILLON PAILLON2 AZUR4 VAR LOUP AZUR5 AZUR6 ESTERON TINÚE

 

 

CAP MARTIN
ROQUEBRUNE VIEUX VILLAGE
GORBIO
MONACO

COL DE LA COUPIERE
LA TURBIE
_________________
INVERNO PRIMAVERA

MONTECARLO GOLF CLUB
PEILLE
COL DU MONT GROS
CHEMIN DE LA BONELLA
COL ST BERNARD DE PEILLE
COL DE LA MADONE

1/4    2/4    3/4    4/4

MAPPE NON DISPONIBILI

   
 

"Confine di Stato-Menton-La Turbie-MonteCarlo Golf Club"

 

 

Percorrendo la via che da Menton conduce a Monaco passando per Roquebrune Cap Martin giunti alle porte del Principato, prestando attenzione al traffico solitamente monto intenso, si svolta sulla destra optando per la via che risale verso La Turbie, ovvero quel piccolo comune di poco pi¨ di tremila anime adagiato sul Mont Angel. Si tratta dell'antica Turbia citata anche dall'Alighieri, un tempo appartenuta al Regno di Sardegna e poi ceduta alla Contea di Nizza e lý rimasta eccezion fatta per la breve transizione (8 anni appena) sotto la reggenza dei Grimaldi all'inizio del 1700. La carreggiata si fa subito molto ampia e punta direttamente a raggiungere il grande albergo affacciato a sbalzo su questo prestigioso spicchio di Costa Azzurra. Si procede per mezzo di pendenze costanti e ampiamente pedalabili in scioltezza potendo godere di un panorama impagabile su Monaco, Beausoleil e i suoi grattacieli, regalando autentiche vertigini nello spazio ritagliato al belvedere. Alle porte de La Turbie a quota 491 metri sul livello del mare, precisamente di fronte al municipio potremo dissetarci alla fontana del paese e con un po' di tempo a disposizione ci potrÓ scapparci una capatina al celebre Trofeo delle Alpi (l'imponente monumento augusteo). Volendo prolungare la salita di altri 3 km si pu˛ imboccare la direzione per Peille, e svoltare a destra per il  MONTECARLO GOLF CLUB  La salita procede alternando strappi e tornanti affacciandosi ora sul mare (foto 1 e a lato) ora sull'entroterra nizzardo (foto 2). Superato il loco dove si lanciano i temerari del parapendio (l'aire de vol libre "lai barrai") si giunge in breve a destinazione (foto 3) e seguitando ancora per qualche centinaio di metri ci si dovrÓ fermare a quota 800 metri in prossimitÓ della "misteriosa" zona militare interdetta del Mont Ange, non prima di aver goduto di un panorama mozzafiato (foto 4). Vestirsi bene per la discesa invernale dal sito. [FB]

 

DIST (DA MENTON) 16 KM + 3 - SAL 9 KM + 3 - H 768 MT - DISL 768 MT - PEND <10% - GIRO ?? - CAT M