F A B I O B O R E L L I  H O M E                        R E C E N S I O N I C I N E M A                         T E M P O L I B E R O B I K E





<        1 9 8 0        1 9 8 1        1 9 8 2        1 9 8 3        1 9 8 4      1 9 8 5        1 9 8 6        1 9 8 7        1 9 8 8        1 9 8 9        >

 

TV               ● Ż

BRAZIL
RITORNO AL FUTURO
LA ROSA PURPUREA DEL CAIRO
FUORI ORARIO
COMMANDO
IL GIORNO DEGLI ZOMBI

PHENOMENA
RE ANIMATOR
SPACE VAMPIRES
DEMONI
LA  MESSSA Ŕ FINITA
HANNAH E LE SUE SORELLE
IL COLORE VIOLA
L'ANNO DEL DRAGONE
WITNESS IL TESTIMONE

COMIC THRILLER DRAMA

T R A I L E R

   
 

"al di lÓ della trovata alla base della storia, praticamente c'Ŕ poco altro"

 

 

Mentre i genitori litigano e si accapigliano, la loro figlioletta mostra loro una pergamena con la pubblicitÓ di un inedito "zoo per bambini". La condizione necessaria alla visita Ŕ che entrambi i genitori la accompagnino. Con un po' di fatica li convince. Giunti sul loco, per esigenze contrattuali vengono divisi dalla piccola... Episodio davvero "lite" della nuova serie  AI CONFINI DELLA REALTA'  pena di durata dimezzata rispetto alla media (appena una decina di minuti) ma che tuttavia si Ŕ guadagnato una nicchia nella memoria dei fedelissimi di questa seconda serie, marchiata a fuoco con l'effige degli anni '80 (un chiodo, un paio di espadrillas, fate voi...). Con Lorna Luft, Steven Keats e Jaclyn Bernstein, abbiamo alla regia Robert Downey. Che sia una serie al risparmio lo si evince anche dalle musiche, suonate al pi¨ dal synthesizer, ma del resto pure questo macchinario era retaggio degli anni segnati dall'edonismo reaganiano, quando nei caldi giovedý estivi furoreggiavano sulla tv nostrana le orride creature Cecchetto: parlo di Sandy Marton, Baltimora, Tracy Spencer (sic). Roba da far impallidire i mostri sacri della Universal e company. Quelle che il sabato notte (se la memoria non mi inganna) passavano nelle "maratone horror" presentate da "Zio Tibia": non lo pseudo-giornalista Sallusti, nella realtÓ bounty-killer prezzolato che ancora aveva da venire, ma il simpatico pupazzo che si divideva tra una classifica del "rigor mortis" ("morti spatasciati al primo posto! mmmhh mmhhh") e qualche battutaccia condita al humor nero. Bei tempi, tutto sommato, se pensiamo che oggi le nottate della terza rete Mediaset sono appannaggio di noiosissime partite a poker importate a costo zero dall'America. Ma torniamo all'argomento qui trattato: al di lÓ della trovata alla base della storia, praticamente c'Ŕ poco altro e l'episodio scivola via senza colpo ferire. Ridatemi Zio Tibia! [FB]

 

[CHILDREN'S ZOO] di R. DOWNEY, CON L. LUFT, S. KEATS, FANTASY, USA, 1985, 10', 1.33:1