F A B I O B O R E L L I  H O M E                        R E C E N S I O N I C I N E M A                         T E M P O L I B E R O B I K E





ROYA BEVERA1 BEVERA2 NERVIA1 NERVIA2 VERBONE SASSO ARMEA ARGENTINA PRINO IMPERO MARO DIANESE NEVA

 

 

CALANDRI
PONTE SAN LUIGI
GRIMALDI SUPERIORE
MORTOLA SUPERIORE
CIOTTI

MONTE BELLENDA

*


SEALZA
SGORRA
COLLA SANT'ANTONIO
SAN LORENZO
VILLATELLA
PASSO DELLA COLLA

1/4    2/4    3/4    4/4

MAPPE NON DISPONIBILI

   
 

"Confine di Stato-Latte-Colla Sant'Antonio-San Lorenzo"

 

 

Dall'alto crinale di Peidaigo, ad un tiro di schioppo dall'antico Castel D'Appio, sulle assolate pendici di Ponente della Magliocca, è adagiato il villaggio di  SAN LORENZO D'APPIO  sorto attorno alla vetusta chiesa dedicata al martire della graticola. Il ritrovamento di alcuni antichissimi palmenti, in punto più elevato del colle, suggerisce una maggior vetustà per quell'abitato. Di evidente economia agricola, oggi il luogo non disdegna la presenza residenziale, richiamata dall'amenità del territorio. Le case Palmeira, site più ad Ovest, si richiamano alla genia dei Palmero. Una ardita ed assestata mulattiera scende da San Lorenzo ai Calandri, collegandosi con la strada per le Ville. Nel 1706, la comunità del villaggio di San Lorenzo si dotava di un torchio sociale, per le vendemmie di tutti gli abitanti. Nel 1924, era in costruzione la via carrozzabile tra San Bernardo, Castel d’Appio e San Lorenzo, proseguendo per allacciare Sant’Antonio e il vallone di Latte. Castel d'Appio è nato fin dal XII secolo, quale fortezza di presidio genovese verso la riottosa città di Ventimiglia, sorvegliato da venti militi, sovente corsi. Situato in posizione dominante sulla cintura collinare alle spalle della città, domina tutta la Valle di Latte e un lungo tratto della Riviera Francese ad Ovest, mentre ad Est quella del Ponente Ligure e lo sbocco del Roya. Lo si vede bene dall' autostrada e data la posizione strategica della rocca, alla fine degli Anni Trenta venne scelta per la costruzione di un' opera in caverna del Vallo Alpino: il Centro 38, scavato al di sotto delle rovine del Castello. Il luogo si raggiunge proseguendo oltre la "Colla Sant'Antonio", imboccando la prima salita sulla destra appena qualche metro precedente allo scollinamento verso la valle Bevera. Primo tratto durissimo (foto 1) con un bel panorama sul Monte Pozzo (foto 2) cui segue un tratto pianeggiante (foto 3) verso la chiesa di San Lorenzo (foto 4 e a lato). [FB]

 

DIST (DAL CONFINE) 8 KM (TOT 16) - SAL (DA LATTE) 5 KM - H 200 MT - PEND <10% - GIRO 1H - CAT M