F A B I O B O R E L L I  H O M E                        R E C E N S I O N I C I N E M A                         T E M P O L I B E R O B I K E





<    ROYA     NERVIA     VERBONE      ARMEA      ARGENTINA     PRINO     ARROSCIA     IMPERO     DIANESE     LERRONE    >

 

 

SANREMO
POGGIO
VEREZZO
BUSSANA VECCHIA
COLDIRODI
CERIANA
_____
ESTATE

SAN ROMOLO
COLLE DI COLDIRODI
BIVIO MONTE BIGNONE
PASSO GHIMBEGNA
SAN GIOVANNI DEI PRATI
CHIESA DI MONTE BIGNONE

1/4    2/4    3/4    4/4

MAPPE NON DISPONIBILI

   
     

 

Da Coldirodi (fino al 1882, Colla o Colla di Sanremo) frazione più vasta del Comune di Sanremo in provincia di Imperia, posta sul crinale della collina (foto 1) che parte dal Capo Pino, al confine con Ospedaletti, a circa 250 metri sul livello del mare, si può proseguire in direzione del Colle di Coldirodi o  COLLE DELLA VAL DI RODI  Parrebbe uno scioglilingua non fosse che la salita ci porti, attraverso una carreggiata non troppo ampia ma ottimamente asfaltata (foto 2) a dominare la costa attraverso un passante che ricollega al bivio-crocevia che da Perinaldo, tramite la cosiddetta Galleria Termini (si veda la scheda relativa, abbinata a quella di Perinaldo) o Bajardo, seguendo la strada che ricollega a San Romolo per mezzo della salita (qui discesa) del Monte Bignone (anche questa scheda è presente, abbinata a quella di San Romolo). Sul colle della Val di Rodi (foto 3) dove vennero fondati un castello (Castello Poggio Pino, sull'omonimo Capo Pino, dove ora è presente il Santuario della Madonna Pellegrina) e varie fortificazioni a carattere difensivo, sotto il dominio di Genova. Intorno al 1316, con la distruzione del castello, la popolazione si disperse nuovamente nei dintorni, distribuendosi in vari casolari e fondando numerosi piccoli casali. Dopo circa un secolo di riunirono nuovamente sul colle, costruendo nuovamente una torre difensiva, che durerà per circa due secoli prima di essere distrutta nel 1616. A tutt'oggi, la strada di circa 3 km che conduce dall'inizio dell'attuale Via Padre Semeria, sulla Via Aurelia, fino al centro di Coldirodi, sul tracciato della ex-mulattiera, è chiamata "Strada alla Colla". La natura che fa da contorno alla salita è lussureggiante (foto a lato) e dalla sommità del Colle (foto 3) si gode di una magnifica vista panoramica che si spinge sino alla costa (foto 4). Di qui si potrà proseguire, come detto, per Perinaldo, Bajardo o San Romolo. [FB]

 

- DATI NON DISPONIBILI -