F A B I O B O R E L L I  H O M E                        R E C E N S I O N I C I N E M A                         T E M P O L I B E R O B I K E





<        1 9 9 0        1 9 9 1        1 9 9 2        1 9 9 3        1 9 9 4      1 9 9 5        1 9 9 6        1 9 9 7        1 9 9 8        1 9 9 9        >

 

●●●

QUEI BRAVI RAGAZZI
EDWARD MANI DI FORBICE
ATTO DI FORZA

RITORNO AL FUTURO PARTE 3
DARKMAN
MISERY NON DEVE MORIRE

ALLUCINAZIONE PERVERSA
HENRY PIOGGIA DI SANGUE
L'ALBERO DEL MALE
DUE OCCHI DIABOLICI

CUORE SELVAGGIO
IL PADRINO PARTE III
HO AFFITTATO UN KILLER
PRESUNTO INNOCENTE

UNO SCONOSCIUTO ALLA...

COMIC THRILLER DRAMA

T R A I L E R

   
 

"una vera miniera per gli amanti della fantascienza camp"

 

 

A un uomo qualunque con una buona occupazione e una bellissima e ginnica moglie bionda, pare comunque mancare qualcosa. Cerca così, richiamato dalla pubblicità di una sedicente ditta che offre per poche lire momentanei cambi d'identità attraverso innesti nella memoria temporanea, la fuga da una quotidianità che pare non appartenergli. Si ritroverà inseguito come super-criminale e dovrà "portare il suo culo" su Marte... Tratto da un racconto di Philip Dick, "Total Recall" (il titolo italiano, già si è detto altrove: è di demenza rara) di Paul Verhoeven sarà anche invecchiato male, ma è una vera miniera di trovate che gli amanti della fantascienza "camp" troveranno irresistibili. C'è il travestimento del solito inespressivo Arnoldo (la faccia che monta su quando subisce l'innesto è qualcosa di in-cre-di-bi-le) in un maturo donnone sovrappeso, un ologramma che viene trasmesso da un trasmettitore innestato dentro al naso del gorilla (sicuro regalatogli da Obi-Wan Kenobi) la -all'epoca- sconosciuta Sharon Stone che pesta di brutto Schwarzenegger con calci e giravolte degne di una Komaneci, un taxista robot, un circo di Freaks da fare invidia a Tod Browning, una base aliena nelle viscere del pianeta rosso, un fuori programma in atmosfera zero con i bulbi oculari che rischiano di finire sparati sullo schermo. Ce ne di che. La regia dell'autore austriaco è adeguata e Michael Ironside da volto ad un cattivo credibile. Colpi di scena ripetuti e ritmo sostenuto nella prima metà, mentre la seconda parte risente di alcuni momenti di stanca specie quando l'aria inizierà a scarseggiare nella colonia marziana. Bello invece il finale, che lascia intravedere una probabile cosmogonia di un universo-fai-da-te ad opera di coloni celesti, su disegno del misterioso Grande Architetto. Rifatto in tempi recenti con protagonista Colin Farrell, meno giocattoloso e perciò più freddo e sfuggente. Per la cronaca: ha floppato di brutto... [FB]

 

[TOTAL RECALL] di P. VERHOEVEN, CON A. SCWARZENEGGER, S. STONE, AZIONE/FANT, USA, 1990, 109', 1.85:1