F A B I O B O R E L L I  H O M E                        R E C E N S I O N I C I N E M A                         T E M P O L I B E R O B I K E





ROYA BEVERA NERVIA1 NERVIA2 VERBONE SASSO ARMEA ARGENTINA PRINO ARROSCIA IMPERO MARO DIANESE NEVA

 

 

CALANDRI
PONTE SAN LUIGI
GRIMALDI SUPERIORE
MORTOLA SUPERIORE
SEALZA

SGORRA

MONTE POZZO

COLLA SANT'ANTONIO
VILLATELLA
CASTEL D'APPIO
TORRI
SEGLIA
VARASE

1/8    2/8    3/8    4/8    >

MAPPE NON DISPONIBILI

   
 

"Confine di Stato-Colla Sant'Antonio-Bevera-Monte Pozzo"

 

 

Il  MONTE POZZO  Ŕ una montagna costituita in buona parte di rocce calcaree, a tratti fossilifere con presenza di foraminiferi. L'aspetto caratteristico Ŕ facilmente individuabile scorrendo lunga la Statale del Colle di Tenda, guardando verso ovest. Sulla sua sommitÓ, raggiungibile da una carrozzabile di origine militare, relativamente ancora in uno stato accettabile, complessivamente costituita da 5 chilometri e che si stacca dal centro abitato nei pressi della stazione ferroviaria della frazione Bevera di Ventimiglia, si trovano numerose fortificazioni risalenti alla seconda guerra mondiale. Occorre anzitutto raggiungere Bevera, dal Confine di Stato, tramite lo scavalcamento della Colla Sant'Antonio di Latte. Qui, all'altezza della chiesa, appena prima del sottopasso ferroviario, svoltiamo a sinistra, procedendo verso la stazione. Proseguendo di qui sulla destra imbocchiamo la "strada della stazione" la quale presenta subito un'erta importante (foto 1). Lo stato inizialmente ottimo del fondo stradale andrÓ via via peggiorando approssimandosi alla cima. L'asfalto iniziale cederÓ presto il passo ad un cementone dapprima molto compatto e facilmente scalabile nonostante lo spazio sempre pi¨ esiguo che contraddistingue la carreggiata. Le pendenze, salvo un passante piano in un sottobosco, sono sempre ragguardevoli e conducono ad una seconda parte, a partire dall'ultimo tetto (foto a lato) estremamente panoramica (foto 2) che punterÓ verso un'antenna dell'Enel (foto 3). Affacciati sulla rada di Ventimiglia, il colpo d'occhio Ŕ di quelli che non passano inosservati (foto 4). Dopo l'antenna, un'ultimo tratto in cemento compatto riporta agli ultimi 100 metri in sterrato, per la veritÓ sfocianti in un tratto terminale davvero devastato e da affrontare rigorosamente a piedi, bici alla mano, sia in salita che poi in discesa. Sono poco pi¨ che un centinaio di metri si diceva che...  >CONTINUA

 

DIST (DA MENTON) 14  KM (TPT 28) - SAL (DA BEVERA)  5 KM - H 435 MT - PEND >12% - GIRO 3H' - CAT MD