F A B I O B O R E L L I  H O M E                        R E C E N S I O N I C I N E M A                         T E M P O L I B E R O B I K E





ROYA BEVERA NERVIA1 NERVIA2 VERBONE SASSO ARMEA ARGENTINA PRINO ARROSCIA IMPERO MARO DIANESE NEVA

 

 

SANREMO
POGGIO
VEREZZO
BUSSANA VECCHIA
CERIANA
COLLA DI BEUZI
_________________
INVERNO PRIMAVERA

SAN ROMOLO
BIVIO MONTE BIGNONE
PASSO GHIMBEGNA
MONTE CEPPO
SAN GIOVANNI DEI PRATI
CHIESA DI MONTE BIGNONE

1/4    2/4    3/4    4/4

MAPPE NON DISPONIBILI

   
     

 

 BUSSANA VECCHIA  Ŕ una frazione collinare di Sanremo. Il violento terremoto del 23 febbraio 1887 semidistrusse il paese, fino a quel momento chiamato semplicemente "Bussana", tanto da venire successivamente evacuata dagli abitanti superstiti che si spostarono circa tre chilometri pi¨ a valle fondando il paese di Bussana Nuova. Totalmente abbandonata per decenni, ha ricominciato ad essere abitata dal finire degli anni cinquanta del '900 da artisti italiani e stranieri, attratti dalla particolaritÓ del luogo, che ristrutturarono e resero nuovamente abitabili gli edifici meno danneggiati. Attualmente ospita una comunitÓ internazionale di artisti, con botteghe artigiane ed alcuni punti di ristoro, tanto da essere divenuto, negli anni, un caratteristico villaggio di artisti in un'ambientazione da borgo medioevale. Distante circa 8 km a nord-est di Sanremo, su una collina rocciosa alle spalle di Bussana Nuova, si raggiunge svoltando dalla strada principale, poco dopo Sanremo, per "la vecchia Aurelia", in direzione "Bussana". Raggiunto il paese nuovo, lo si lascia agevolmente alle spalle (foto 1, 2) risalendo una strada stretta, su pendenza costante, che conduce al paese vecchio (foto 3). L'area che occupa quest'ultimo (fondato in epoca romana) Ŕ circondata dalla macchia mediterranea di castagneti e pini marittimi: ovunque vi sono angoli molto caratteristici, anche per l'aspetto ottocentesco del borgo mantenuto con estrema attenzione dai residenti. Una delle maggiori attrattive Ŕ rappresentata dalle botteghe e dagli atelier degli artisti aperti un po' ovunque nel borgo. La vecchia chiesa di Sant'Egidio (foto a lato) mai ristrutturata, mostra ancora tracce di quelli che erano gli stucchi e le pitture originarie, ma Ŕ visibile solo dall'esterno in quanto a tutt'oggi pericolante. L'Oratorio di Giovanni Battista posto nella zona est del paese Ŕ anch'esso visitabile solo dall'esterno. [FB]

 

DATI NON DISPONIBILI