F A B I O B O R E L L I  H O M E                        R E C E N S I O N I C I N E M A                         T E M P O L I B E R O B I K E





VALLE     GESSO     STURA (1)     STURA (2)     GRANA     MAIRA     VARAITA     PO     PESIO     LANGHE     VERMENAGNA     >

 

 

VALLORIATE
DEMONTE
COLLI DI MOIOLA
MADONNA DEL PINO
MADONNA DEL RONVELLO
SAN GIACOMO DI DEMONTE

LAGO LAUSAREL


SAMBUCO
PIAN DELLA REGINA
PRATI DEL VALLONE
COLLE DELLA MADDALENA
COLLE DI VALCAVERA
COLLE DEI MORTI

1/12    2/12    3/12    4/12   >

MAPPA NON DISPONIBILE

   
     

 

Dal  <PIAN DELLA REGINA  di Pietraporzio la strada ormai sterrata prosegue ancora per parecchi chilometri in direzione della parte alta del bello e poco noto vallone del Piz in valle Stura, verso il Monte Tenibres che dall'alto dei suoi 3031 metri regna tra le vette tutte intorno. Per questa via, un itinerario consigliato ci vede puntare al Rifugio Zanotti a quota 2144 fermandoci tuttavia un poco pi¨ in basso e precisamente ai 1898 metri del piccolo  LAGO LAUSAREL  praticamente a 6 chilometri dal Pian della Regina. Occorre subito precisare che portarsi la bicicletta da corsa al seguito sarÓ una bella impresa, dal momento che la via sarÓ piuttosto dedicata a chi Ŕ dotato di una buona mountain bike. La strada Ŕ uno sterrato discreto nel primo tratto che prevede l'attraversamento di un fitto bosco che dopo aver sfiorato le vestigia di vecchi edifici forse in uso alle colonie estive o ai boy scout, esce in un primo tratto allo scoperto rivelando la cascata del "Piz" (foto 1) dal quale questo vallone prende il nome. Entrando ancora nella pineta (foto 2) si uscirÓ definitivamente proprio in corrispondenza della cascata che tuttavia Ŕ stata imbrigliata dall'uomo per addolcirne il "salto", prevedendone inoltre alcuni sfoghi in caso di inverni particolarmente nevosi e primavere piovose. Non dimentichiamoci che circa 200 metri pi¨ in basso c'Ŕ l'abitato di Pietraporzio (1246 metri) che potrebbe in caso contrario essere messo in pericolo. La via prende ora la forma di una vera e propria mulattiera (foto a lato) con tanto di muretti di ciottolato per contenerla, e che lasciandosi dietro definitivamente il bosco (foto 3) risale velocemente attraverso alcuni tornanti che tagliano a zig-zag (foto 4) la parete a destra della cascata. Appena prima del primo tornante si ha la possibilitÓ di riempire la borraccia trovandoci per la prima volta dal Piano accanto al rio. Per inciso: l'acqua...  >CONTINUA 2/3  

 

LUNG (DA BORGO S. D.) 51 KM (TOT 102) - SAL 2+6 KM - H 1898 MT - PEND >15% - GIRO 5H 45' - CAT 'H'