F A B I O B O R E L L I  H O M E                        R E C E N S I O N I C I N E M A                         T E M P O L I B E R O B I K E





<     ROYA      NERVIA      ARMEA       ARGENTINA      PRINO      ARROSCIA      IMPERO      DIANESE      LERRONE      NEVA     >

 

 

VENTIMIGLIA ALTA
PONTE SAN LUDOVICO
GRIMALDI SUPERIORE
MORTOLA SUPERIORE
SEALZA

MONTE BELLENDA

CASE
COLLA

COLLA SANT'ANTONIO
RISERVA DI CASTEL D'APPIO
VILLATELLA
TORRI
PASSO DELLA COLLA
MONTE GRAMMONDO

1/4    2/4    3/4    4/4

MAPPE NON DISPONIBILI

   
 

"Confine di Stato-Latte-Mortola-Ciotti-Case Colla"

 

 

Ben visibili dalla strada di Ponte San Luigi, erroneamente scambiate come nucleo abitativo di Mortola Superiore, di cui in effetti fa parte, ma lolizzate un poco al di sotto del piano della Chiesa di Nostra Signora dell'Aria Aperta e abitato vero e proprio, le  CASE COLLA  si affacciano sulla parete a repentino sulla costa. Occorre anzitutto risalire la strada che dalla frazione Latte di Ventimiglia conduce alla Mortola e quindi ai Ciotti di Mortola Superiore. Imboccata al bivio, appena prima della discesa verso Grimaldi Inferiore, imboccata "via delle Ginestre", risaliamo i tornanti ripetuti e il drittone che costeggia il cimitero. Ignoriamo poi la svolta a destra per proseguire ancora oltre il tornante che cince l'ex osteria del Drago Nero. Qualche decina di metri oltre (foto 1) una via che sembrerebbe pi¨ un sentiero, largo appena mezzo metro, condurrÓ alle "Case Colla": agglomerato di abitazioni posta l'una accanto all'altra, ma in modalitÓ insolitamente armonica. Scorrendo lungo questa sorta di corridoio, e superato un campetto per il gioco e la ricreazione, ci troveremo in una sorta di piazzetta (foto 2) affacciata sulla parte terminale di questa piccola e davvero graziosa borgata (foto 3 e a lato). Proseguendo sulla sinistra si scenderÓ, ancora a destra all'altezza dell'abitazione affacciata sulla costa (foto 4). Poco distante da questa posizione si trova un importante sito archeologico di rilevante importanza, a circa 1 km in linea d'aria dalle Caverne paleolitiche dei Balzi Rossi; in questo sito, nel 1993 vennero ritrovati numerosi manufatti in pietra scheggiata. Proseguendo invece sulla mulattiera che discende in direzione sud-est andremo a costeggiare altre abitazioni e villette, per andare in breve a intersecare via delle Ginestre, proprio di frone all'ex Drago Nero. Attenzione nella discesa al tombino com.ple.ta.men.te fuori livello stradale in concomitanza del tornante davanti all'ex Drago Nero. [FB]

 

* DATI NON DISPONIBILI *